Sick Sad World

Fulfilling my need for silly things.

Tell people there’s an invisible man in the sky who created the universe, and the vast majority will believe you;

Tell them the paint is wet, and they have to touch it to make sure.

—George Carlin (via damn-peasants)

(via kon-igi)

fawnbro:

lokicolouredglasses:

fandom-universe:

kungfucarrie:

The most dangerous phrase in the language is, “we’ve always done it this way.”

"Come on, let’s mix it up!" The heart surgeon says.
"B-but we’ve always done it this way!" The other replies, "this is how you replace a heart valve."
"That’s the most dangerous phrase in the human language!" The first surgeon replies haughtily as he inputs a fruit loop into the patient’s heart. "This will be his valve. He will be a fruit loop in a world of Cheerios."


(taken from this post on the experiments of Harry Harlow)
This is serious business, because this is a large part of how sexism, racism, homophobia, rape culture, ethnocentrism, etc. continue to happen.

That bullshit heart surgery example doesn’t even make sense though, does that person think that we’re still doing heart surgery the exact same way we’ve always done heart surgery? As if medicine isn’t constantly changing and updating? Wow it’s almost like people are finding excuses to not have to think critically about the world!

fawnbro:

lokicolouredglasses:

fandom-universe:

kungfucarrie:

The most dangerous phrase in the language is, “we’ve always done it this way.”

"Come on, let’s mix it up!" The heart surgeon says.

"B-but we’ve always done it this way!" The other replies, "this is how you replace a heart valve."

"That’s the most dangerous phrase in the human language!" The first surgeon replies haughtily as he inputs a fruit loop into the patient’s heart. "This will be his valve. He will be a fruit loop in a world of Cheerios."

(taken from this post on the experiments of Harry Harlow)

This is serious business, because this is a large part of how sexism, racism, homophobia, rape culture, ethnocentrism, etc. continue to happen.

That bullshit heart surgery example doesn’t even make sense though, does that person think that we’re still doing heart surgery the exact same way we’ve always done heart surgery? As if medicine isn’t constantly changing and updating? Wow it’s almost like people are finding excuses to not have to think critically about the world!

(Source: uvmsemba, via enemies-of-the-heir-beware)

gallifreyan-gallimaufry:

leda74:

therothwoman:

beowulfstits-archive:

I want to go to this exact point and run around it saying “I’m in Sweden!” I’m in Finland!” “I’m in Norway!” until I get tired
i aspire to great things in life

According to Google Maps, that point is in the middle of a small lake.

So we’ll do it in January when it’s frozen.

actually that’s why they’ve helpfully dropped a big-ass cement block with a bridge surrounding it in the middle of the lake: for the express purpose of doing what OP aspires to do

gallifreyan-gallimaufry:

leda74:

therothwoman:

beowulfstits-archive:

I want to go to this exact point and run around it saying “I’m in Sweden!” I’m in Finland!” “I’m in Norway!” until I get tired

i aspire to great things in life

According to Google Maps, that point is in the middle of a small lake.

So we’ll do it in January when it’s frozen.

actually that’s why they’ve helpfully dropped a big-ass cement block with a bridge surrounding it in the middle of the lake: for the express purpose of doing what OP aspires to do

(via enemies-of-the-heir-beware)

FEMMINISTE NON PENTITE


Che ci sarà mai di tanto spaventoso nella parola femminismo? Negli ultimi mesi, mentre giravo per il mondo tenendo conferenze contro il capitalismo e a favore dei diritti delle donne, ho sentito gli stessi discorsi tante volte. Uomini che mi dicevano: “Non sono femminista sono per la parità”. O ragazze che mi spiegavano che, pur credendo ne diritto di tutti nel percepire lo stesso salario per lo stesso lavoro, pur codannando le violenze sessuali, pur pensando che le donne abbiamo lo stesso diritto di godere di tutte le libertà di cui gli uomini godono da secoli, non sono femministe. sono un’altra cosa, qualcosa che assomiglia molto all’essere femministe ma senza usare quella parole.
La parola “femminismo” è diventata impronunciabile nella nostra società. Se la usi significa che potresti volere qualcosa che non si può ottenere rimanendo educatamente in attsa che qualche uomo al potere renda il mondo un pò più equo. Indica insoddisfazione, perfino rabbia, e la rabbia non si addice alle ragazze educate. Spesso sono le stesse donne ad aver paura di parlre di femminismo. In tanti anni di impegno, ho sentito dire molto spesso che questo concetto deve essere rivisto, che bisogna trovare un modo migliore, meno aggressivo, per chiedere che le donne e le ragazze siano trattate come degli essere umani non come schiave o sciocchi oggetti sessuali. E’ una soluzione tipica di quest’epoca di pubblicità : basta ammorbidire un pò il femminismo e si riuscirà a venderlo perfino ai più scettici. Ma se una versione annacquata della lotta delle donne per la parità dei diritti può bastare per vendere scarpe, cioccolatini, e lavori noiosoi nel settore dei servizi, a vera politica femminista- che vuole garantire alle donne il pieno controllo della propria vita e del proprio corpo- sembra un prodotto molto più difficile da vendere. Comunque si scelga di chiamarla, la reale parità di diritti sarà sempre una prospettiva terrificante per gli uomini che si preoccupano di perdere i loro privilegi. Non c’è a meravigliarsi se lo stereotipo del femminismo è ancora quello di un movimento aggressivo, popolato di pazze furiose che vogliono distruggere i maschi.
I giornali scandalistici, le riviste per uomini, e le sitcom presentano una serie di stereotipi sul femminismo. Che si concentrano sempre su dettagli insignificanti: un articolo che discute se è da femministe depilarsi le ascelle attirerà sicuramente molti più lettori sul sito web di un quotidiano in difficoltà di uno sul fatto che le lavoratrici part-time non hanno diritto alla pensione. Questo genere di stereotipi funziona per un motivo: fa leva sulle nostre paure più profonde per quello che potrebbe significare la parità dei sessi. Per esempio, le accuse rivolte alle femministe di essere brutte, mascoline e pelose, implicano che quando sono troppo determinate le donne rischiano di perdere la loo identità di genere. Gli uomini che hanno il coraggio di dichiararsi femministi rischiano di essere considerati effeminati o accusati di fingere di esserlo per conquistare le donne. Questi attacchi sono doppiamente efficaci perchè contengono un pizzico di verità: il femminismo è una minaccia per i vecchi ruoli di genere, ma solo perchè mira a ridefinirli.
Tuttavia, uno dei motivi per cui continuo a scrivere, parla re, lanciare campagne sul femminismo è proprio perchè rispetto gli uomini, e quindi sono convinta che siano qualcosa di più delle creature bidimensionali al quale vuole sminuirli il concetto tradizionale di virilità. E’ proprio perchè rispetto gli uomini che credo che la maggior parte di loro non voglia vivere in un mondo che opprime le donne. Perchè sono femminista e non per la parità? In primo luogo perchè una donna che cerca la parità manca di immaginazione. Non mi interessa la parità con gli uomini in un sistema di classi e di potere che sta lentamente togliendo ogni traccia di spirito combattivo alla maggior parte delle persone che non hanno avuto la fortuna di nascere ricche. non mi accontento di vedere qualche donna in più nei consigli di amministrazione delle banche. Penso che il mondo sarebbe un posto migliore se non ci fossero ne donne ne uomini in quei consigli, soprattutto se le banche vogliono continuare a scaricare i debiti causati dalle loro irresponsabilità sulle spalle delle donne povere del mondo. Se questo vi sembra poco realistico, non lo è certo meno dell’idea che raggiungeremo la parità tra i sessi in questo sistema nell’arco delle nostre vite.
In secondo luogo sono femminista perchè in Gran Bretagna la parità dei sessi sta tornando indietro come una bigotta che scappa da una riunione di ragazze madri. Il recente rapporto sex and power dell’organizzazione Counting Women In ha dimostrato che negli ultimi anni la presenza delle donne ai massimi livelli della politica, dei mezzi di comunicazione, degli affari e delle arti è diminuita molto. Se ci teniamo davvero alla parità tra uomini tra uomini e donne, non possiamo aspettare che il sistema di potere diventi un pò più equo. Le tendenze graduali possono sempre regredire oltre che progredire. Ora più che mai non basta essere per la parità

Laurie Penny

Internazionale 993

29 marzo 2013

(via burningbridges-breakinghearts)

(via lalumacavevatrecorna)

plaidandredlipstick:

the reason male comic book fans work themselves into a frenzied rage over “fake geek girls" is because they think they can’t get a girlfriend because of their love for comic books (a.k.a nerdiness). if they accept that geek girls genuinely love comic books, then they’re left with the cold harsh reality that it’s not their nerdiness that makes them unattractive to women, but the fact that they are misogynistic condescending dickbags who need to be avoided AT ALL COSTS

(via lalumacavevatrecorna)

Everyone seem to have a clear idea of how other people should lead their lives, but none about his or her own.

—Paulo Coehlo, The Alchemist (via currerbell93)

(via fuckyeahreading)